- LA LETTERA DI MICHELA -


Amiamo viaggiare Bruno ed io ed il nostro sogno sarebbe poter visitare tutti i Paesi del Mondo!

Sì, perché il viaggio è scoperta, crescita, arricchimento; perché il souvenir più bello che porti con te al ritorno non è quello chiuso in valigia, ma quello che conserverai come ricordo per sempre nella mente e nel cuore.
Il verde intenso della vegetazione e la sabbia bianchissima di Barbados, i tramonti di Mauritius, i colori e i profumi delle spezie in Egitto, la terra rossa del Kenia ed il cielo notturno letteralmente illuminato di stelle, il non conformismo di Miami, la sensazione che il tempo si sia fermato in Grecia, i sorrisi e l’operosità dei Vietnamiti, il rumore dei clacson impazziti, lo spettacolo delle risaie, l’intensità sui visi delle persone ad Addis Abeba.
Così, quando abbiamo scoperto che Voi ci aspettavate lontano da casa, abbiamo intrapreso il viaggio con gioia, certi che ogni passo che ci avrebbe avvicinati a Voi ci avrebbe fatto crescere come persone.
Così è stato e così è da quando siete a casa ci sentiamo ricchi.
Sì, ricchi e immensamente fortunati, perché ognuno di noi, nella sua unicità, custodisce echi di colori e paesi diversi.
Partendo da Hanoi Bruno ed io ci siamo ripromessi che avremmo fatto in modo che il prezioso semino donatoci dalla generosa terra Vietnamita sarebbe diventato un albero robusto e rigoglioso in Italia; la stessa promessa è stata sussurrata a chi, in Etiopia,ci ha affidato Yospeh .
Ve lo ripeto spesso, succede, normalmente, che il seme caschi e cresca vicino al frutto che lo ha generato e che così si possa ammirare una meravigliosa foresta di alberi tutti uguali, ma succede, di tanto in tanto, che un alito di vento sospinga un semino lontano dal frutto che lo ha fatto nascere…ed allora in un giardino ci è concesso il privilegio di vedere tanti alberi differenti.
Siete e sarete questo, bimbi miei, semini sospinti dal vento altrove.
Il babbo ed io faremo in modo che cresciate con radici robuste ma non ancorate alla terra, libere, leggere; in quelle radici ci saranno amore, rispetto, umiltà e curiosità.
Per chi ama il viaggio,e si sente un pò “cittadino del mondo” , la casa non è nelle pareti che ti custodiscono dal freddo, ma nei sentimenti che tra le sue mura crescono… e questi sentimenti, serbati nel cuore, accompagnano in ogni luogo, dove il vento della vita ci sospinge.