- LA LETTERA DI CRISTIANO -


Egregio dott. Ghirlanda,

non  ci conosciamo e non ci conosceremo mai. Fidati.

Sarà per noi impossibile poterci incontrare, se non come tristi interpreti di noi stessi protagonisti di un remake holliwoodiano di un orrendo film che prometteva un ritorno al futuro e invece si andava nel passato. La prima cosa che ti direi è “hei, tu porco! Toglile le mani di dosso!”.

 

Detto questo però, io ti conosco benissimo e so perfettamente come ti comporterai. Questo mi da un potere notevole nel poterti raccontare la tua vita futura. Sappi dunque che: non giocherai mai bene a calcio; Marchionne non lavora per la Fiat ma per Crysler; le donne non cascheranno ai tuoi piedi come ai piedi di Gigi Rizzi; tua moglie non penserà più che sei l’uomo migliore del mondo; acquisterai un I-phone su e-bay ma sarà una truffa; Brunetta ha torto; diventerai un Misogino, Misantropo e MissLazio (ma questo dopo un grande cambiamento di vita che è meglio che ti spieghi con una lettera dedicata); 1l 12 dicembre del 2014 un piccione di cacherà sul bavero proprio mentre cercavi di sembrare un persona intelligente; vedrai ancora vincere Berlusconi; andrai pazzo per un programma televisivo dal titolo Megastrutture; non è vero che “morto un papa se ne fa un’altro”. È vero che “se ne fa un’altro”.

Ma sopratutto il bambino africano di circa 5 anni del quale a breve diventerai padre adottivo, dopo un percorso di attesa che tu hai vissuto con distacco e sufficienza quasi fosse un evento privo di connessioni emotive, quel bambino, dicevo, è una femmina, meravigliosa, ed è cinese. Non sei mai stato un grande pianificatore. Ma rilassati.

Non c’è da  fare quella faccia. Tra pochi giorni, infatti, sarai convinto che la Cina sia il paese migliore del mondo, che i bambini cinesi siano i più intelligenti, che Via Paolo Sarpi sia più chic di Via Sant. Andrea e che i Tibetani siano dei leghisti vestiti come Obi Wan Kenobi. E sopratutto penserai che le femmine (soprattutto se cinesi, bambine, strabiche) siano assi migliori dei maschi. Non solo: molte delle coppie con le quali hai condiviso il lungo e noioso percorso adottivo, quelle persone che detestavi, che parlavano solo del loro desiderio di paternità e di maternità; quegli individui spregevoli che incrociavi durante gli incontri con gli psicologi che ti facevano sembrare simposi platonici gli incontri degli alcolisti anonimi; quelle persone lì diventeranno tuo amici e avrai pure voglia di rivederli. Da non crederci.

 

Poi preparati perché la tua mente sarà posseduta. Vivrai solo ed esclusivamente pensando che quella bambina cinese sia una specie di oracolo. Penserai solo ed esclusivamente a lei. La vedrai bellissima, unica e straordinaria e non sarai capace di passare più di ’90 minuti senza pensare o parlare di lei. ’90 minuti che capitano solo un paio di volte la settimana quando riesci a pronunciare la frase “che spettacolo Lionel Messi” più di sei volte. Lionel Messi sarà per sempre più alto sia di tua figlia, sia di Brunetta.

 

Sarà così. Ho le prove. Ma io ho un teoria che se la capisci prima forse è meglio. I figli adottivi non sono come gli altri figli. I figli adottivi sono speciali. Ti prendono il cervello e te lo rivoltano come un calzino al loro volere. Per questo sono oramai convinto che siano un prodotto segreto realizzato nell’Area 51 in Nevada, per dominarci e infine conquistare il pianeta. Mi sembra la spiegazione più logica. Essi sono una forza aliena che vuole controllare i nostri pensieri.

Ti do un consiglio. Non opporre resistenza. Mai. Lasciati possedere ed abbandonati a questo senso di innamoramento senza freni che un padre prova per un figlio. Capita a tutti i padri, ne sono certo. Ma per i padri adottivi non è dovuto, non è scontato, non è per natura. È qualcosa che, ad un certo punto, tua figlia ti riconosce concedendoti di essere suo padre. Non so se è un pensiero giusto, ma tu la vivrai così. Sei patetico! É difficile da mandare giù, ma nonostante tutto, essere posseduto da questa marziana adottata, è, ti assicuro, la cosa migliore che ti potesse capitare. E poi pensaci: essere dominati da un essere nano strafottente che ti dice cosa devi fare, quando lo devi fare, come lo devi fare, senza avere nulla in cambio, e tu devi obbedire con felicità e adorazione, non è una cosa alla quale, francamente sei già abituato da tempo?

 

Dunque tutto bene. Stai sereno.

 

Ciao

Cristiano

 

P.s. stai sereno, tradotto nel linguaggio contemporaneo, significa: quando arriverai al 26 piano di un grattacelo in Cina, nel centro di una città che si chiama Nanchang,  e le autorità ti staranno consegnando una bambina di nome Lesi tra le braccia… proprio in quel momento arriva Renzi e la prende lui.